Giornata della Cultura del Mare – 23 Gennaio 2019

2019-01-14-manifesto-evento-23-gennaio-min

“Storie di Uomini e Navi” Ricordare il Passato, Costruire il Futuro

Mercoledì 23 gennaio, presso il Palazzetto degli Sport e del Mare, prenderà il via, alle ore 9.30, la Giornata della Cultura del Mare, evento di marketing territoriale, turistico e culturale che punta a valorizzare la “risorsa mare” attraverso le arti, i saperi e le tradizioni.

In particolare, riflettori puntati sulle tradizioni navali e marinare vive nella Città di Castellammare di Stabia e nel suo compartimento: una vera e propria full immersion sull’arte della costruzione e conduzione delle Navi, da qui il titolo dell’edizione 2019 “STORIE DI UOMINI E NAVI”.

Un’iniziativa targata Associazione Nazionale Marinai d’Italia, gruppo Medaglia d’Oro al Valor Militare “Luigi Longobardi” e Istituto Tecnico Nautico Nino Bixio di Piano di Sorrento. Una partnership vincente che da anni ha visto i Marinai d’Italia del gruppo stabiese “Longobardi” porsi come obbiettivo la tutela e salvaguardia della memoria storica del compartimento marittimo relativamente alle navi, alla Marina ed alla marittimità Il tutto col patrocinio e la collaborazione del Comune di Castellammare di Stabia e la Capitaneria di Porto oltre all’apporto e partecipazione del Forum dei Giovani di Castellammare di Stabia e il C.R.A.L. FINCANTIERI del bicentenario stabilimento navale. Altri partner dell’iniziativa sono l’Azienda di Cura Soggiorno e Turismo stabiese, il Gruppo ANMI di Pompei, il portale web Libero Ricercatore, l’Associazione Verde Pro Natura e la Croce Rossa Italiana che, con personale qualificato, garantiranno sicurezza e prevenzione all’interno del Palazzetto del Mare.

La sensibilizzazione passa attraverso laboratori per grandi e piccoli, proiezioni cinematografiche, mostre fotografiche, visite guidate al Porto e nella sede della Guardia Costiera dedicate agli alunni delle scuole stabiesi. La manifestazione spazia dalla valorizzazione del comparto marinaro — nell’arte e nella formazione — alla rivalutazione dei mestieri del mare come gli ufficiali di Coperta e di Macchine, l’arte dei Maestri d’ascia stabiesi e le figure professionali legate alla costruzione navale. Quest’anno la Giornata della Cultura del Mare ospita l’incantevole Mostra di fotografie dell’Archivio Troncone-Parisio, scatti di vita di uomini e navi all’interno dei cantieri navali di Castellammare di Stabia messi a disposizione dall’Azienda di Cura Soggiorno e Turismo.

L’evento si svolgerà sui due piani della struttura sita in via Bonito, al primo piano (Sede C.R.A.L.) vi sarà la Sezione “Arte del Costruire e Condurre il Mezzo Navale”: un vero e proprio excursus storico su ben tre fasi fondamentali dell’antica fabbrica delle navi stabiese; dalla nascita, all’affermazione, partendo dal 1783, giungendo sino al secondo dopoguerra, senza dimenticare le cicliche crisi che lo hanno investito nel corso della sua multisecolare attività, con attenzione anche sulla destinazione futura. Ricordare il passato per costruire il futuro, per non disperdere un ricco patrimonio storico, culturale e professionale, oltre all’identità stessa dell’intera città di Castellammare e del suo comprensorio. Nella I sezione saranno presenti ben 5 laboratori: Costruzione Navale, Meccanica ed Elettronica, Navigazione e Carteggio, Fisica. Al secondo piano la II Sezione “Vivere il Mare e Raccontarlo”: laboratori di Storia della Navigazione e della Marittimità, Tutela dell’Ambiente Marino, Meteorologia e Esercitazioni Marinaresche.

Uno squarcio sul passato destinato a indurre emozione e nostalgia nei meno giovani, ma anche a far conoscere alle generazioni più recenti un passato non tanto lontano legato al Cantiere Navale e alla ricca tradizione marinara del compartimento marittimo stabiese: Ricordare e analizzare il passato per costruire il Futuro! Un’iniziativa per riaccendere i riflettori su un’antica vicenda di cantieristica navale e di storie di naviganti che può e deve essere rilanciata. Appuntamento quindi al Palazzetto del Mare il 23 gennaio 2019 alle ore 9.30.