Genova, un corridoio doganale con FS

genova

In vista dell’EXPO procedure più veloci per l’intermodale

Nel porto di Genova sarà possibile caricare sul treno i container non soggetti a controlli di sicurezza direttamente dalle navi cargo. Una semplificazione delle attività resa possibile dalla procedura telematica “Corridoio Doganale” ferroviario che permetterà una più veloce presentazione delle dichiarazioni doganali. È quanto prevede l’accordo firmato nei giorni scorsi dall’amministratore delegato del Gruppo FS Italiane, Mauro Moretti, e dal presidente dell’Autorità Portuale di Genova, Luigi Merlo. L’iniziativa, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane, punta a sostenere lo sviluppo e la competitività del trasporto merci intermodale, soprattutto in vista di EXPO Milano 2015 attraverso  una nuova offerta di servizi, soprattutto per le medie e lunghe distanze, in grado di favorire la crescita del trasporto combinato ferroviario per i flussi in arrivo al porto di Genova. Previsto un beneficio anche per il ciclo logistico portuale, grazie all’accelerazione delle procedure di afflusso/deflusso delle merci e alla possibilità di sviluppare legami informativi più sicuri con la logistica retro portuale e ritorni positivi anche in termini di safety, grazie alla potenziale riduzione dei mezzi pesanti in circolazione su strade e autostrade.