Genova, il porto vuole la pala eolica di Renzo Piano

7dab832f98ddccfa44521abc865858e2

Merlo candida lo scalo per la sperimentazione del nuovo aerogeneratore

L’inizio dei test nel campo prova di Molinetto di Pisa dell’innovativa pala minieolica progettata da Renzo Piano e sviluppata in collaborazione con Enel Green Power solletica il porto di Genova. Il presidente dell’Autorità portuale Luigi Merlo ha annunciato di voler chiedere formalmente la sua sperimentazione sulla diga foranea dello scalo genovese. “Cogliendo l’opportunità del fatto che Enel Green Power ha presentato un progetto di eolico sulla diga di Genova che – ricorda Merlo – è attualmente al vaglio della commissione Via della Regione Liguria, credo vi sia la possibilità di migliorare sensibilmente il progetto con l’installazione di queste nuove pale che hanno minor impatto ambientale, generano maggiore energia e rappresentano una straordinaria novità nel campo delle energie alternative”. Il nuovo aerogeneratore, estremamente sottile, è fornito di due pale anziché le tradizionali tre. Ciò lo rende meno “invasivo” dal punto di vista paesaggistico pur garantendo il pieno funzionamento con venti di bassa intensità. Nei casi di assenza totale di vento, la pala è in grado di mimetizzarsi ancora di più con l’ambiente circostante riducendosi a una sottile linea verticale data dalla torre, alta 20 metri e con un diametro di appena 35 cm, e dalle due pale verticali, il cui diametro non supera i 16 metri, allineate e a bandiera. “Un risultato – spiega Enel Power – ottenuto anche grazie alla ricerca sui nuovi materiali, sempre più leggeri e resistenti, e sulle nuove soluzioni tecnologiche, che hanno consentito la messa a punto dell’aerogeneratore”. Per il porto di Genova, alle prese con la predisposizione del primo piano energetico ambientale la sperimentazione rappresenterebbe, sottolinea Merlo, “una grande occasione all’interno del progetto di porto intelligente e sostenibile che stiamo varando”. Enel Green Power ha ideato per lo scalo un piano di parco eolico da 7,8 magawatt con 39 aerogeneratori da 30 metri di altezza.