Fincantieiri, accordo per Seastri Ponente

Sestri-ponente-Fincantieri-350x234

Intesa raggiunta per la riorganizzazione del sito di Sestri Ponente di Fincantieri. L’accordo, firmato presso la sede di Confindustria Genova con le Segreterie Provinciali di Fim, Fiom, Uilm, e le RSU di cantiere, “si pone in linea di continuità con quello più ampio per la riorganizzazione aziendale, sottoscritto il 21.12.2011 con governo e sindacati, e con quello a livello territoriale del 15 febbraio 2012”. In sostanza sono previste nuove modalità nell’impiego delle risorse, la riduzione del numero di eccedenze definito nell’accordo del 15 febbraio 2012, il mantenimento dello stabilimento. Il tutto nell’ottica del recupero dell’efficienza e della produttività “che il mutato scenario internazionale richiede”. Il modello dell’accordo segue quello siglato recentemente nel sito di Castellammare di Stabia. “Entrambi dimostrano che operando con un’unità di intenti si possono superare anche i limiti infrastrutturali, da tutti riconosciuti”, spiega l’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono. “Crediamo che questo accordo costituisca un fattore significativo per il recupero di competitività del comparto cantieristico e potrà rappresentare un modello per tutti gli altri stabilimenti del gruppo e per l’industria italiana in generale”.