Finanziamenti cinesi per le infrastrutture portuali?

shanghai

China Import & Esport Bank allarga il raggio d’azione all’estero

China Import & Esport Bank, l’ente bancario dello stato cinese maggiormente coinvolto nel finanziamento di attività marittime prevede di allargare il proprio campo di azione. Parlando a margine dell’inaugurazione dell’ufficio BIMCO di Shanghai il presidente di CEXIN ha annunciato che la banca è intenzionata a finanziare attività nei porti anche esteri oltre a garantire credito ad operatori logistici e a produttori di apparecchiature marine. In particolare, l’ente è alla ricerca di opportunità nel settore ad alta tecnologia degli equipaggiamenti off-shore, scelta in sintonia con la volontà cinese di raggiungere a breve l’autosufficienza energetica.  CEXIN, nella sola filiale di Shanghai, è esposta per circa 1,8 miliardi di euro in attività di shipping e ha riscontrato difficoltà nel corso del 2012 per l’alto numero di debiti inesigibili (3,5% del totale). Una situazione che sembra non preoccupare il management della banca a causa del sostegno assicurato dal governo di Pechino alla domanda interna.