Eseguita ordinanza misura cautelare a carico di un 48enne, aggressore del militare della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia.

Carabinieri

Castellammare di Stabia, 14 novembre 2019 - I militari della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, congiuntamente a personale della locale Stazione dei Carabinieri, hanno eseguito, su disposizione della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, un’ordinanza applicativa della misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Torre Annunziata a carico di E.S. di anni 48 (con obbligo di firma), residente nel Comune di Castellammare di Stabia, indagato per il reato di minacce e violenza (ex art. 337 C.P.). Il provvedimento è stato emesso a seguito delle risultanze investigative raccolte sul soggetto indagato che, nel pomeriggio del 11/7/2019, incurante dell’alt impartito, colpiva violentemente con schiaffi e pugni al volto un militare in servizio sulla motovedetta CP 532 della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, che si apprestava ad effettuare i preliminari controlli degli apparati di bordo, in quanto impegnata, di lì a poco, in un’attività di polizia marittima. Solo con il pronto intervento di altri militari presenti si riusciva a fermare ed immobilizzare l’aggressore, evitando il peggio.  Con l’odierna operazione il Giudice per le indagini preliminari ha ritenuto di accogliere le richieste avanzate dal Pubblico Ministero, anche in considerazione dei gravi indizi di colpevolezza e della sussistenza delle esigenze cautelari di cui all’art. 274 del Codice di Procedura Penale, in quanto vi era il concreto pericolo che l’indagato, per le specifiche modalità del fatto, se non assoggettato ad idonea misura coercitiva, potesse commettere altri gravi delitti della stessa specie.