“EarthwOrming” di Michela De Nichilo

earthworming-di-michela-de-nichilo

Il 5 aprile Alessandro Vitiello Home Gallery, presenta “EarthwOrming”, personale dell’artista Michela De Nichilo a cura di Alberto Milazzo, per indagare gli esseri viventi e tutti gli altri elementi che coesistono nelle leggi naturali, secondo le quali ogni singola entità contribuisce al buon funzionamento della vita. In mostra dal 5 al 7 aprile 2018 (venerdì 6 e sabato 7 aperta dalle ore 11,00 alle 21,00), un “percorso introspettivo” nel mondo interiore della giovane artista romana, attraverso un’installazione, con un box dalle pareti bianche, creato unendo le quattro colonne portanti della sala espositiva con fogli di materiale plastico. All’interno della scatola che idealmente riconduce alla biosfera, feti in lattice sono contenuti in sacchi di terra collegati a loro volta attraverso tubi-flebo al soffitto. A latere una video-installazione proietta immagini e suoni di lombrichi che si nutrono. Un racconto singolare, d’impatto creativo stupefacente, per sottolineare il suo rifiuto netto dell’antropocentrismo. L’artista, che si è formata in Fine Arts alla Goldsmith e poi alla Slade University di Londra, dove vive e lavora, non identifica l’Homo Sapiens come razza dominante, ma lo qualifica come essere non indispensabile per un sano ciclo di vita della biosfera come ad esempio i lombrichi. Seguendo autori affermati come T.J.Demos, De Nichilo propone attraverso la sua ricerca, una visione di insieme della realtà materica del nostro pianeta. L’uomo, anche da fruitore dell’installazione stessa, si troverà ad essere incluso nelle dinamiche biologiche e fisiche rappresentate, fino ad arrivare alla quantistica, superando il conflitto ecologista tra l’interdipendenza umana e la competitività colonialista. Una ricerca surreale, concettuale, dadaista e relazionale, per raccontare la vita di ognuno di noi, attraverso nuove sperimentazioni che scavano nel nostro immaginario. Per riflettere anche sulle nostre radici primigenie che sono sempre lì pronte ad alimentarci e soprattutto per iniziare ad avere la consapevolezza sul senso delle cose generatrici di caos che ci circonda, e della nostra identità sempre più “annullata” dalle centrali del potere economico e sociale e la tecnologia, una ragnatela che non si tocca ma che ci condiziona totalmente, creando danni all’ambiente.

La start up culturale Alessandro Vitiello Home Gallery (avhg.it), fondata a Roma dal giornalista e collezionista Alessandro Vitiello, che ha creduto nel progetto creativo di Michela De Nichilo, conferma così, l’interesse per i giovani artisti concettuali, che indagano sulla “materia” come espressione artistica e veicolo di comunicazione.

Organizzata dalla Alessandro Vitiello Home Gallery

Opening giovedì 5 aprile 2018, dalle ore 19.00 alle 22.00

(Venerdi 6 e sabato 7 aprile aperta dalle ore 11.00 alle 21.00)