Doppio oro azzurro agli Europei 29er a Quiberon Zampiccoli/Chistè nei ragazzi e Porro/Leoni nelle ragazze

Bel bottino per i giovani azzurri del 29er: terminano il Campionato Europeo a Quiberon, in
Francia, con due ori, nei ragazzi e nelle ragazze. Federico ZAMPICCOLI e Leonardo CHISTE’ (CV
Arco) hanno condotto una splendida settimana, quasi sempre in testa alla classifica, e
conquistano un primo posto assoluto. Quarte assolute e prime delle donne, un altro equipaggio
del nord Garda, Margherita PORRO e Sofia LEONI (CV Arco) chiudono una serie molto costante
come risultati, in cui scartano un diciottesimo posto.
“Bello vedere una vittoria italiana sia femminile che maschile – racconta un felice Pietro
Zucchetti, allenatore federale 29er – Federico e Leo sono stati molto brillanti, hanno sempre
amministrato bene durante la settimana, nonostante il sistema di punteggi li abbia penalizzati
riducendo il grandissimo vantaggio che avevano ottenuto in qualifica e le lunghe attesa per il
vento che non arrivava. Margherita e Sofia hanno dimostrato di saper regate bene anche e livello
assoluto, sono state molto brave, quindi oltre all’oro femminile portano a casa un ottimo quarto
posto generale. Altri due equipaggi in Gold, quindi tra i primi 50 e possono essere felici di aver
regatato con i migliori. Mi rammarico per quelli che sono finiti in Silver, avevano i numeri per
regatare con gli altri in Gold.”
Zeno Biagio SANTINI con Marco MISSERONI (CV Arco) e Matteo VERRI e Mattia LA GRECA (CV
Crotone) sono rispettivamente in posizione 46 e 47.
Alessandra Sensini – Direttore Tecnico Giovanile:
“Sono contentissima, è davvero una grande risultato che ha premiato tre anni di lavoro intenso.
Siamo partiti con dei numeri molto bassi nella classe 29er che con l’aiuto dei circoli siamo riusciti
ad far crescere e a raggiungere dei livelli anche tecnico e agonistici molto alti.
Il lavoro che abbiamo svolto insieme ai tecnici, anche aiutati da Lorenzo Bianchini, sta dando i
frutti, la base sta crescendo prova ne è che anche l’equipaggio femminile che ha vinto sta
regatando insieme da solo un mese e mezzo e ha già colto un grande risultato grazie al lavoro di
coordinamento ed alle basi che erano già molto solide e di qualità elevata.”