Diporto, ritorna il bollino blu

nautica 2

Anche quest’anno le forze di polizia operanti in mare rilasceranno il bollino blu dopo i controlli di routine sulle imbarcazioni da diporto, ovunque siano svolti. Lo annuncia il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ricordando che le unità “potranno essere controllate anche in banchina per constatare la regolarità della documentazione di bordo, le dotazioni di sicurezza e il versamento della tassa di possesso”. Il bollino, applicato in modo ben visibile sull’imbarcazione, attesterà la verifica effettuato evitando, di massima, ulteriori controlli. “Si tratta – spiega il ministro Lupi – di una forma di collaborazione che semplifica la vita dei diportisti e rende più efficace la sorveglianza in mare. La possibilità di redare piani congiunti di controllo e lo scambio telematico dei dati sui controlli effettuati permette di utilizzare al meglio le risorse umane ed evitare inutili duplicazioni. Ovviamente sto parlando dei controlli di routine, quelli sulla regolarità della documentazione e sulle dotazioni di sicurezza e di salvataggio. Altro sono i controlli di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria o amministrativa, per i quali ogni forza continua ad agire in piena autonomia”. L’iniziativa, frutto di una direttiva del MIT, sulla base di intese formalizzate tra il Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto, della Guardia di Finanza, dell’Arma dei Carabinieri e il Ministero dell’interno, durerà dal 1 giugno al 30 settembre.