Deiulemar, arrivano i compratori

P1020873-350x262

Cedute ad una società inglese Eleonora Lembo e Margherita Iuliano

Buona la terza. Le due navi gasiere messe all’asta dai curatori fallimentari di Deiulemar Shipping, compagnia armatoriale di Torre del Greco protagonista di un crack da oltre 700 milioni di euro, sono state acquisite dall’inglese Borealis Maritime, sede londinese, con una flotta di otto unità. È quanto riferisce Mf Shipping & Logistica: per Eleonora Lembo e Margherita Iuliano (base d’asta 9,8 milioni di euro) si è arrivata ad un’offerta massima vicino ai 12 milioni di euro. Lo scorso febbraio un’altra nave della flotta Deiulemar Shipping (la portarinfuse Valeria Della Gatta) era stata venduta alla società greca Diana Shipping per 19,8 milioni di dollari. Ai curatori fallimentari rimane ora da vendere il ramo dry bulk di Deiulemar composto da altre 12 navi bulk carrier. Data la difficoltà a trovare compratori era circolata nei giorni scorsi l’ipotesi di cedere anziché i singoli asset l’intero ramo d’azienda Deiulemar shipping per un valore compreso tra 81 e 90 milioni di euro. La Eleonora Lembo e la Margherita Iuliano sono due navi gemelle costruite nei Cantieri Navali di Pesaro nel 2007: battenti bandiera italiana, hanno una stazza lorda di 3.827 tonnellate, capacità 4 mila mc, e sono state valutate, a seguito delle perizie effettuate dall’Ing. Francesco Dagnino, inizialmente per 15.400.000 euro ciascuna.