De Falco acquista silos a Tangermed. E punta su Marsiglia e Genova

silos_tangeri

H2biz rafforza la presenza logistica in Nord Africa

Acquisizione nel porto di Tangeri per il Gruppo H2biz dell’imprenditore napoletano Luigi De Falco. Lunedi scorso è stato perfezionato l’acquisto di otto silos per lo stoccaggio di cereali nell’area est di Tangermed. I nuovi silos si aggiungono ai 7 già acquistati in Costa D’Avorio poco più di un anno fa.
Dati i bassi margini di profitti derivanti dalle operazioni di stoccaggio l’operazione prefigura l’intenzione del gruppo di entrare nel ben più profittevole mercato del trading di materie prime. Tanto che, approfittando delle condizioni negative del mercato, sarebbero già state avviate trattative per l’acquisto di altri silos nel porto di Marsiglia e in quello di Genova.
H2biz, d’altro canto, è impegnata in una strategia di diversificazione settoriale (da internet alla moda all’editoria) che vede nella realizzazione di un corridoio commerciale tra Europa, Africa, Golfo Persico e USA (progetto “Cielo-Terra-Mare) uno dei suoi obiettivi principali. In quest’ottica, i collegamenti tra Costa d’Avorio e porti del versante orientale del Sud America di materie prime non ferrose e cacao rappresentano l’occasione per aprire la strada alla spedizione di prodotti ad alto valore aggiunto.
L’investimento a Tangermed conferma l’interesse per il Nord Africa per la creazione di un sistema multicanale HUB-to-HUB che dovrebbe consentire di movimentare beni e servizi via web, via mare, via terra e via cargo aereo. Fondamentale in questo panorama l’intesa Euro-Med siglata con le associazioni imprenditoriali marocchine che prevede per le società facenti parte del network la disponibilità di un’area logistica di 15.000 mq. Nello scalo e il supporto finanziario di due banche locali che finanzieranno a tassi agevolati le operazioni di import/export tra l’Italia e il Nord Africa. La logistica del Gruppo H2biz è attiva anche  a Budva, Napoli , Cipro, Parigi e New York, sia direttamente che in joint-venture con alcuni operatori locali.