Crociere, nasce l’asse Salerno – Civitavecchia

Firmato protocollo d’intesa tra comuni e Ap

Inedita alleanza sull’asse Salerno – Civitavecchia per la promozione dei flussi turistici del sistema crocieristico. Presso il Salone del Gonfalone del Palazzo di Città, i sindaci delle due città, Vincenzo De Luca e Pietro Tidei, e i Presidenti delle Ap, Andrea Annunziata e Pasqualino Monti, hanno firmato un protocollo d’intesa  per l’avvio di una reciproca e costante collaborazione di carattere amministrativo e promozionale “finalizzato ad adottare strategie e politiche comuni nell’ambito della governance italiana dei porti e di intese tra gli enti locali.

L’intesa prevede scambio di informazioni, anche relative ai dati di traffico crocieristici dei porti ed alla capacità di accoglienza e dei servizi per i turisti delle rispettive città, partecipazioni comuni a fiere internazionali, road show promozionali anche allo scopo di ricercare fondi nell’ambito dei programmi disponibili della finanza di progetto.

Le due Autorità Portuali, attraverso appropriati gruppi di lavoro comuni, redigeranno, inoltre, nel termine di un anno, una bozza di provvedimenti da adottare in entrambi gli scali secondo l’istituto dell’ordinanza di regolazione delle operazioni portuali, allo scopo di ridurre le emissioni in atmosfera delle navi in arrivo e del traffico di autoveicoli.

“L’obiettivo – spiega il sindaco De Luca –  è costruire una rete di infrastrutture e servizi e maturare una vera cultura dell’accoglienza, aspetti essenziali in vista della creazione di quello che abbiamo definito il distretto turistico Ro-Sa. (Roma-Salerno)”.

L’accordo si inscrive in una stagione felicissima dal punto di vista turistico per il porto di Salerno che parte da lontano. Dal 1997 MSC Crociere ha scelto il centro campano come home port per uno dei suoi viaggi più apprezzati nel Mediterraneo Occidentale. “Costa Crociere, Royal Carribean e tutte le altre compagnie – conferma De Luca – hanno intensificato gli scali al punto che nella stagione 2013 registriamo la presenza di navi più grandi e capienti, il prolungamento della stagione (da aprile fino all’autunno inoltrato) un aumento degli arrivi e dei passeggeri. Oltre 150mila crocieristi giungeranno a Salerno in una composizione quanto mai variegata di provenienze: Italia, Nord Europa ed Gran Bretagna, Stati Uniti ed altre nazioni emergenti come Russia, Brasile e Cina”.