Costa Crociere completa la prima operazione italiana di bunkeraggio del GNL

costa_smeralda-aavona-20-dicembre-_04

L’operazione di bunkeraggio del GNL per Costa Smeralda è stata completata con il supporto della Guardia Costiera Italiana, dell’Autorità Portuale del Mar Ligure Orientale, delle Autorità locali, della Shell e del Gruppo Costa.

Per Costa Group, che comprende Costa Crociere, AIDA Cruises con sede in Germania e Costa Cina, si tratta della sua 50a operazione di bunkeraggio, segnando un’altra pietra miliare nel settore crociere.

Genova, 26 ottobre 2020 – Costa Crociere, la principale compagnia di crociere in Europa e una parte di Carnival Corporation & plc. la più grande compagnia di crociere al mondo, ha annunciato oggi un’altra pietra miliare per Costa Smeralda, la prima nave della linea alimentata a gas naturale liquefatto (GNL), con un’operazione di bunkeraggio del GNL eseguita con successo il 25 ottobre per la prima volta in Italia.

Portata nel porto di La Spezia e completata alle 18.00, l’operazioneè stata supportata dalla Guardia Costiera Italiana, dall’Autorità Portuale del Mar Ligure Orientale,dalle autorità locali e da Shell, che è il partner fornitore di GNL per Costa Group e dalla sua società madre, Carnival Corporation.

L’operazione si è svolta con la nave ormeggiata al molo “Molo Garibaldi”, dove la nave bunker Coral Methane è stata posizionata accanto (arco a prua) Costa Smeralda, sotto la supervisione della Guardia Costiera italiana e in coordinamento con tutte le parti coinvolte e gli equipaggi di Costa Smeralda e Corallo Metano.

“Nell’ambito del nostro profondo impegno per la sostenibilità, siamo orgogliosi che la nostra ammiraglia Costa Smeralda, alimentata a GNL, segnerà questa pietra miliare per l’Italia e il porto di La Spezia”, ha dichiarato Franco Porcellacchia,vice presidente per l’innovazione sostenibile e lo sviluppo delle infrastrutture per il Gruppo Costa. “CarnivalCorporation e Costa sono stati i primi operatori di crociera a investire nell’innovazione sostenibile con la tecnologia delle navi alimentata a GNL e continuiamo a impegnare a garantire i più elevati standard ambientali per un futuro più sostenibile della crociera.”

“Con il bunkering del GNL che si è svolto a La Spezia,abbiamo segnato anche i 50Th operazione di successo per una nave del Gruppo Costa”, ha dichiarato Tom Strang,vicepresidente senior per gli affari marittimi di Carnival Corporation. “Questo è un altro importante traguardo che abbiamo raggiunto lavorando insieme ai nostri partner, mentre continuiamo a dimostrare l’impegno di Carnival Corporation per la sostenibilità e lo sviluppo delle più avanzate tecnologie di carburante oggi disponibili. Siamo in prima linea nell’avanzamento del GNL come fonte di carburante per l’industria crociere e stiamo lavorando per costruire un’infrastruttura GNL ampia, sicura e affidabile per le navi da crociera in tutto il mondo.”

“L’obiettivo del nostro gruppo di lavoro era quello di attuare norme e procedure adeguate per garantire i più elevati standard di sicurezza, a partire dalla navigazione, dalla protezione dell’ambiente, dalla prevenzione degli incendi e dalla sicurezza sul posto di lavoro”, ha dichiarato Giovanni Stella, capitano della Guardia Costiera di La Spezia. “Ogni prescrizione adottata è stata debitamente osservata e siamo particolarmente soddisfatti che l’operazione abbia avuto un’evoluzione regolare. Grazie a questa esperienza positiva, crediamo che altre autorità marittime possano attuare il regolamento che abbiamo definito al fine di aumentare l’infrastruttura di distribuzione del GNL nei porti italiani, come indicato dalle normative italiane ed europee.”

“Per la prima volta nel nostro Paese è stato raggiunto un traguardo molto importante, ancora una volta proprio nel porto di La Spezia”,ha dichiarato Carla Roncallo,presidente dell’Autorità Portuale del Mar Ligure Orientale. “Vorrei ringraziare in particolare la Guardia Costiera di La Spezia e la Direzione Marittima della Liguria,che insieme a Costa Crociere hanno reso possibile questa operazione, mantenendo sempre la sicurezza al primo posto”.

Costa Smeralda è la prima nave alimentata a GNL della flotta Costa Crociere, e sarà seguita da Costa Toscana,la nave gemella del GNL che dovrebbe essere consegnata alla fine del 2021. Un’altra nave GNL, AIDAnova di AIDA Cruises,opera all’interno della flotta del Gruppo Costa dal 2018 e sarà seguita da altre due navi gemelle entro il 2023.

Come parte della flotta complessiva di Carnival Corporation, è stata recentemente consegnata una terza nave alimentata a GNL, la P&O Cruises UK. Il GNL, la tecnologia dei combustibili più avanzata dell’industria marina, migliora significativamente le emissioni complessive dell’aria con l’eliminazione virtuale delle emissioni di biossido di zolfo (emissioni zero) e una riduzione del particolato dal 95% al 100%. L’uso del GNL riduce anche significativamente le emissioni di ossido di azoto e di biossido di carbonio rispettivamente dell’85% e del 20%.