Contship testa camion GNL

rifornimento

Continua l’impegno del Gruppo Contship Italia nell’ambito della sostenibilità, con una collaborazione tra Hannibal (l’Operatore per il Trasporto Multimodale -MTO-  del Gruppo) e Iveco (brand del gruppo CNH Industrial, produttore globale di veicoli commerciali leggeri, medi e pesanti, che impiega oltre 21.000 persone in tutto il mondo). L’obiettivo del progetto è esplorare le performance operative dei motori alimentati a GNL (Gas Naturale Liquido) per poter poi valutare l’uso di questo tipo di veicoli, a basso impatto ambientale, per i servizi della divisione Intermodalità e Logistica del Gruppo. I test saranno condotti nell’ambito del progetto Poseidon MED, l’iniziativa finanziata a livello Europeo che vede tra i partner Italiani anche l’Autorità portuale di La Spezia e punta a sostenere la diffusione del GNL come carburante alternativo per la catena logistica del container. Insieme all’azienda Italiana LGT Autotrasporti Laverde S.R.L. e al concessionario Iveco che opera nell’area milanese, Milano Industrial Spa, un nuovo camion Stralis Hi-Road, alimentato a GNL, è stato rifornito per la prima volta, presso la stazione GNL di ENI a Piacenza. La tecnologia GNL sviluppata da Iveco, su oltre 300 veicoli dotati di serbatoi criogenici che viaggiano in tutta Europa, offre benefici sostanziali dal punto di vista ambientale, rispetto ai motori Diesel Euro6, abbattendo del 35% le Emissioni NOx, il 95% di Emissioni PM (polveri leggere) ed il 10% di  Emissioni di CO2. A questo si aggiunge un abbattimento superiore al 5% delle emissioni acustiche, un fattore estremamente importante per gli autisti e per le zone interessate dal traffico camionistico, soprattutto in ore serali e notturne. Il nuovo camion sarà utilizzato, monitorato e valutato nelle prossime settimane. Il carburante GNL è considerato un’alternativa a lungo termine ai più inquinanti combustibili fossili, laddove il mondo dovrà trovare nuove soluzioni per far fronte alle necessità delle generazioni future. Nei prossimi anni è probabile che si assisterà alla progressiva conversione delle mega-portacontainer a motori parzialmente o interamente alimentati a GNL., nello stesso tempo sulle nostre strade e autostrade, sarà sempre più frequente scorgere questi veicoli a trazione alternativa il cui contributo sarà di particolare rilevanza per lo sviluppo di soluzioni intermodali  sostenibili.