Confitarma presenta il “Progetto Nave Veloce”

4718

Si chiama “Progetto Nave Veloce” e il suo obiettivo è rendere note e mettere in rete le procedure svolte dalle Rappresentanze diplomatico-consolari all’estero connesse alla navigazione marittima. L’iniziativa promossa dalla Direzione Generale per gli Italiani all’Estero del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) insieme con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, è stata presentata al termine dei lavori del Consiglio confederale di Confitarma, nella sede dell’associazione.
In particolare, il Capitano di Vascello Giuseppe Troina, ufficiale delle Capitanerie di Porto distaccato al MAECI, e Francesco Beltrano, del Servizi Politica dei Trasporti di Confitarma, insieme all’Avv.Aurora Crolla, hanno illustrato il Prontuario amministrativo di navigazione marittima ad uso degli Uffici consolari e dell’utenza armatoriale, scaturito da un Gruppo di Lavoro ed elaborato in conformità con la normativa nazionale, europea ed internazionale di riferimento, per rispondere alle esigenze di snellimento delle complesse attività concernenti la navigazione marittima svolte all’estero dalle Rappresentanze diplomatico-consolari.
Il Presidente Grimaldi ha rivolto un particolare ringraziamento all’Amb. Ravaglia che, in qualità di direttore generale della Direzione Italiani all’estero, ha promosso il “Progetto Nave Veloce”, la cui realizzazione è stata possibile anche grazie al supporto della Direzione guidata da Enrico Pujia. “Oggi attraverso risultati concreti – ha affermato il presidente di Confitarma – possiamo con orgoglio dimostrare che la sinergia tra Amministrazione ed utenza può funzionare e dare buoni risultati con soddisfazione per tutti. Sappiamo tuttavia che la strada della semplificazione è ancora lunga e piena di ostacoli soprattutto a causa di un contesto normativo per il settore che dovrebbe sicuramente essere rivisto per poterlo rendere adeguato alle esigenze del mondo marittimo, in continua evoluzione”.
Oltre alla presentazione del “Progetto Nave Veloce”, è stato firmato il protocollo d’intesa fra Ministero degli Esteri e Comando Generale delle Capitanerie di porto, che prevede uno snellimento delle procedure per il rilascio all’estero dei certificati di sicurezza di competenza dell’Autorità marittima. Il Presidente Grimaldi ha ringraziato l’Amm. Angrisano e con lui il Comando Generale anche per questo notevole lavoro.