Compie 120 anni la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Il programma dei festeggiamenti dal 5 all’8 ottobre

5062_programma120bcc

Quattro giorni di festa per la banca dell’Alto Milanese e del Varesotto: dal convegno con i vertici di Iccrea, al cabaret di Raul Cremona fino al concerto di Angelo Pinciroli, oltre ad una particolare mostra di monete

Buon compleanno Bcc. Da giovedì 5 a domenica 8 ottobre la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate festeggia i 120 anni di fondazione. Era infatti il 6 ottobre del 1897 quando fu firmata la costituzione dell’allora Cassa Rurale Cattolica di depositi e prestiti di Santa Margarita. E da allora, la Bcc è cresciuta, si è sviluppata diventando l’unica banca locale dell’Alto Milanese e del Varesotto.
Per celebrare questa importante ricorrenza è stato predisposto un intenso programma con lo spirito di offrire occasioni di divertimento, di cultura ma anche di riflessione.

«Partiamo dal passato per guardare la futuro con l’obiettivo di festeggiare insieme a tutto il nostro territorio», premette il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi. «Il primo pensiero va ai Padri fondatori e a tutti i soci che, nel tempo, hanno contribuito a costruire la nostra Bcc, a mantenerla autonoma e a schierarla a fianco della crescita sociale ed economica delle famiglie, delle imprese e delle comunità. Quello spirito basato sulla cooperazione e sulla mutualità non è mai venuto meno e ci ritroviamo oggi a scrivere un nuovo capitolo della storia di questa banca. La festa dei 120 anni è sì l’occasione di rendere omaggio a quanti hanno contribuito a creare e consolidare la Bcc, ma anche il momento per chiamare a raccolta un territorio e rinnovare l’impegno ad aiutarsi a crescere».

I quattro giorni di festa si aprono giovedì 5 ottobre con il convegno all’auditorium Don Besana dal titolo “Il Credito Cooperativo a cavallo di tre secoli”. Un appuntamento al quale sono previsti gli interventi dei vertici di Iccrea Banca spa, la capogruppo cui la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate aderirà, con il presidente Giulio Magagni e il direttore generale Leonardo Rubattu. Con loro anche il presidente e il direttore generale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi e Luca Barni. Modera la serata Giuseppe De Filippi vicedirettore del Tg5.

Per la serata di venerdì 6 ottobre – giorno del compleanno – è in programma al Teatro Galleria di Legnano lo spettacolo “Recital” di Raul Cremona. L’ingresso è ad invito. Quindi, sabato7 ottobre, nell’auditorium Don Besana il concerto del Mito’s Jazz Quintet con Angelo Pinciroli, la prima tromba e tromba solista nell’orchestra della Fondazione Arena di Verona che ha mosso i primi passi nel mondo della musica proprio a Busto Garolfo. Con Pinciroli sul palco del Don Besanaci saranno: Pietro Salvaggio (pianoforte), Bobo Facchinetti (batteria), Federico Valdemarca (contrabbasso) e Martin Denise Elessa (voce). L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria del posto.

Domenica 8 ottobre è in programma la festa con la comunità di Busto Garolfo e tutto il territorio. Alle 9.30 la messa nella chiesa parrocchiale; alle 11 l’inaugurazione della statua “Dalla terra la vita” in piazza Lombardia, il regalo della Bcc alla comunità bustese. E alle 11.30 la festa prosegue nella sede della banca – in via Manzoni 50 – con le voci dei protagonisti del territorio. Ingresso libero.

Per tutti i quattro giorni, all’auditorium Don Besana la mostra “A ricordo della vecchia Lira” con l’esposizione di tutte le monete e banconote emesse dal 1946 al 2001. Ad arricchire l’esposizione, alcune monete circolanti nel 1897, anno di fondazione della Bcc e un esemplare del cosiddetto Kookaburra australiano, che con suoi 12 cm di diametro per 1 kg di peso è la moneta più grande del mondo. La mostra è aperta da giovedì 5 a sabato 7 ottobre dalle 20,30 alle 23,30; domenica 8 ottobre dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18. Ingresso libero.