Comitato portuale di Napoli, si alla liquidazione di Logica

DSCN1849

Approvato sistema incentivante per le politiche ambientali e di sicurezza sul lavoro

 

Fine della corsa per Logica, la società consortile pubblico-privata costituita nel 2004 su iniziativa della Regione con l’obiettivo di promuovere il sistema merci campano. Il Comitato portuale di Napoli, infatti, ha deliberato di dare mandato al presidente Luciano Dassatti “per la prossima assemblea prevista per il 20 dicembre 2012, di votare favorevolmente alla messa in liquidazione della società individuando il nome del liquidatore da proporre all’assemblea dei soci”, se non interverrà come anticipato una delibera della Regione Campania risolutiva delle problematiche che condizionano seriamente la sopravvivenza della società stessa.

Nel corso dell’ultima riunione prima della sosta natalizia, il Comitato (i cui lavori sono stati interrotti da una protesta dei dipendenti dell’Ap) ha approvato anche l’adozione di un sistema incentivante per la promozione  di politiche ambientali e di sicurezza del lavoro attraverso la riduzione dei canoni  di impresa per i soggetti che facciano ricorso alla modalità del trasporto ferroviario e al lavoro portuale temporaneo.

Tra le pratiche demaniali accolte anche la destinazione a centro servizi polifunzionale dell’edificio “Casa del Portuale”.