Combattere la pirateria a terra, lo shipping internazionale ci prova

pirateria

Inedita alleanza tra compagnie marittime a supporto dell’UNDP

Combattere la pirateria creando sviluppo e lavoro sul territorio somalo. La strategia lanciata dall’Onu e più volte sottolineata dalla stessa Farnesina come strumento necessario per venire a capo del fenomeno è stata abbracciata anche dalle grandi corporation, tra cui alcune delle principali compagnie marittime a livello mondiale. Shell, BP, Maersk, Stena, Nol e K Line hanno stretto un alleanza per collaborare al Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) per promuovere la costruzione di una Somalia stabile.

Si tratta di un’iniziativa lanciata nel febbraio 2012 che prevede una forte presenza dell’agenzia in centri costieri e cittadini del paese africano a favore di progetti a lungo termine per l’occupazione giovanile. Obiettivo: fornire un’alternativa occupazionale in settori come agricoltura, allevamento, industria ittica.

Il finanziamento dell’inedita partnership (1 milione di dollari ) sosterrà, in particolare, la creazione di un centro di sviluppo del business per gli imprenditori locali. L’accordo prevede anche lo stanziamento di ulteriori 1,5 milioni di dollari per altre futuri progetti.