Cold ironing, Venezia c’è

Cold-Ironing-Navi-da-Crociera-300x171

Futuro sempre più verde per il porto crociere della Serenissima dove  Venezia Terminal Passeggeri ha illustrato al pubblico il suo progetto di cold ironing (sistema di elettrificazione delle banchine)   del bacino di Marittima. Il sistema permette alle navi in sosta, attualmente il 20% del parco delle navi di nuova generazione,  di ricevere la corrente da terra senza dover tenere accesi i motori per alimentare i generatori di bordo e sfruttare il calore generato dall’impianto a terra per riscaldare o raffreddare le strutture dei terminal portuali, con una notevole riduzione delle emissioni e dell’inquinamento acustico. In particolare, grazie alla maggiore efficienza ed ai sistemi di abbattimento delle emissioni presenti nelle centrali elettriche, il cold ironing consente, rispetto ai generatori di bordo, una riduzione di oltre il 30% delle emissioni di CO2 e di più del 95% degli ossidi di azoto e del particolato. L’area interessata dal progetto,  é la Banchina Tagliamento con i fabbricati 107/ 108 e 109/110, dove a lavori ultimati si potrà fornire energia elettrica, direttamente dalla rete nazionale,  a due/tre navi in contemporanea. 15 i mesi di realizzazione dell’opera per un costo pari a circa 20 milioni di euro.