Cipro, nessun contraccolpo sullo shipping

ciprus shipping

Inalterata la struttura impositiva, “equipaggi e merci al sicuro”

Lo shipping cipriota (circa 5mila dipendenti a terra, 55 mila marittimi e un contributo al Pil del 7%) rimane “affidabile” nonostante le difficoltà del sistema bancario. “Equipaggi, navi e merci trasportate sono al sicuro e protetti”. La Cyprus Shipping Chamber scende in campo per rassicurare investitori e partner commerciali dell’industria marittima con base sull’isola (molti gli interessi tedeschi e russi) sottolineando che il recente accordo con l’eurogruppo “mette comunque fine all’incertezza finanziaria”. Tra le iniziative assunte dall’associazione anche la messa a punto di un piano operativo che permetta “alle compagnie di navigazione che operano a Cipro di continuare l’attività come al solito, rispettando i propri impegni nei confronti dei marittimi e delle parti interessate”. “La struttura complessiva operativa e impositiva per lo shipping rimane inalterata –  continua l’organizzazione – anche la Cyprus Flag Administration, attraverso il suo Dipartimento della Marina mercantile, opera normalmente e senza interruzioni e restrizioni”.