CICT – Continuano le operazioni di phase in / phase out

28113929857

Confermando la tendenza che ha segnato il biennio 2013-14, l’anno appena iniziato è destinato a dare ulteriore conferma del fatto che il Cagliari International Container Terminal (CICT) – l’hub sardo del Gruppo Contship Italia dedicato al transhipment – è la prima scelta di Hapag Lloyd nel Mediterraneo quando si tratta di effettuare delicate operazioni di phase in / phase out. Con 36 operazioni compeltate con successo tra il 2013 e il 2014, la linea tedesca rinnova ora la fiducia nel CICT. Il 15 Gennaio 2015 la nave E.R. Denmark – lunga 277 metri e di capacità nominale pari a 5.506 TEUs – è stata ormeggiata presso CICT per effettuare il phase in su servizio MGX (Med-Gulf Express), gestito da Hapag Lloyd, che collega il Mediterraneo occidentale con i porti del Centro e del Nord America, e per il quale il Cagliari International Container Terminal gioca il ruolo di hub mediterraneo di collegamento tra le rotte commerciali interregionali e quelle transoceaniche. Come è oramai routine per il terminal sardo, la nave E.R. Denmark è attraccata immediatamente dopo il suo arrivo a Cagliari e senza alcun ritardo, intorno alle ore 06:00. Il personale di banchina ha movimentato 1.527 container e 54 portelloni di stiva, come da programma. La nave è ripartita dal CICT il giorno seguente, diretta verso Salerno. La E.R. Denmark ha sostituito la nave Derby D (lunga 260 metri e con una capacità nominale di 4.253 TEUs) all’interno della flotta del  servizio, che è ora in grado di offrire una capacità complessiva di poco inferiore a 40.000 TEUs. Da segnalare come CICT sia stato in grado di garantire un collegamento diretto per tutte le merci movimentate, con le due navi che sono rimaste simultaneamente ormeggiate presso il terminal per quasi 12 ore. La nave Derby D è giunta presso CICT per dare il via alle operazioni di phase out il 14 Gennaio, a mezzanotte, solo 6 ore prima dell’arrivo della E.R. Denmark. Sulla Derby D, le squadre CICT hanno movimentato 1.632 container e 84 portelloni di stiva,  terminando le operazioni nel pomeriggio del 15 Gennaio. Leandro Ferrari (Customer Service Manager CICT) commenta: “il fatto che i nostri clienti continuino a scegliere CICT per le operazioni di phase in / phase out conferma la loro fiducia, maturata nel corso degli anni nei confronti del Cagliari International Container Terminal. Il nostro team ha dimostrato, ancora una volta, che la capacità di eseguire complesse operazioni di phase in / phase out, riducendo al minimo il tempo necessario per il trasferimento del carico, fa parte del suo DNA. CICT continua a fornire ai propri clienti operazioni di trasbordo “affidabili e sicure”, garantendo collegamenti puntuali ed efficienti tra i mercati globali e le regioni del Mediterraneo, approfittando di una posizione geografica che rende Cagliari un “Extended Homeport” per tutto il Nord Africa. Oltre a tutto questo – continua Leandro Ferrari – il terminal continua a fornire alle linee di navigazione un servizio conforme ai più alti standard di qualità a livello mondiale, con una performance media caratterizzata da una GCP nell’ordine dei 26 movimenti per ora e gru messe a disposizione delle navi al momento stesso del loro arrivo”.