Chiusa la prima edizione di “Shipping forwarding&logistics meet industry”

16406601_1837992976488898_6808734064539646953_n

Oltre 700 iscritti per la I edizione di Shipping, Forwarding&Logistics meet Industry, la manifestazione che ha riunito per due giorni in Assolombarda i protagonisti dello shipping, della logistica, delle spedizioni e dell’Industria italiana. La manifestazione, promossa da The International Propeller Clubs, Federazione del Mare, Alsea, Assologistica e Assolombarda e organizzata da Clickutility Team, ha inaugurato con una Sessione istituzionale in cui sono stati delineati i punti di forza e le direttrici di sviluppo del cluster logistico nazionale evidenziandone il contributo essenziale alla crescita competitiva del sistema industriale italiano. Nell’arco delle due giornate si sono alternati seminari e workshop in linea con le tematiche della manifestazione che hanno registrato un forte coinvolgimento da parte dell’Industria sensibilizzata sull’importanza della logistica in ogni fase produttiva, dalla pianificazione alla produzione stessa.  “Il Mondo del Mare, mezzo milione di persone impiegate, ha un’importanza essenziale ai fini dell’Industria – ha sottolineato Paolo d’Amico, Presidente di Federazione del Mare – perché il manifatturiero, settore primario per l’economia italiana, importa e trasforma materie prime che riceve grazie al mare e necessità di una logistica efficiente e che funzioni. In un mondo circondato per 2/3 dal mare non possiamo ignorare l’importanza del dialogo tra Porti e infrastrutture e di un commercio sul Mare che negli ultimi 10 anni è quasi raddoppiato. A oggi manca un interlocutore dedicato da parte del Ministero e ci auguriamo che questo Forum serva a sensibilizzare lo Stato in tal senso”. Per  Rosario Bifulco, Vicepresidente di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza con delega alla Competitività territoriale, “il nostro sistema logistico è chiamato a esprimere servizi altamente efficienti per aumentare la competitività nazionale e internazionale delle imprese e dei territori”. “L’Italia, infatti, è una delle principali porte d’accesso all’economia europea e del Medio Oriente. Per questo è fondamentale per il nostro Paese sviluppare un’efficace politica industriale per le imprese logistiche, che sia in grado di sostenere le aziende italiane nella sfida della competizione globale”.