Chiazza di idrocarburi presente in acqua: interviene la Guardia Costiera di Castellammare di Stabia

cp-cast

Castellammare di Stabia, 5 giugno 2019 – Nel corso dei diuturni controlli in materia di polizia marittima e demaniale nell’ambito di giurisdizione del Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia, personale dipendente dell’Ufficio Locale Marittimo di Piano di Sorrento, ha individuato, nello specchio acqueo antistante il Comune di Sant’Agnello, una macchia inquinante riconducibile ad idrocarburi sversati in mare.  Immediatamente il personale della Guardia Costiera intervenuto si attivava al fine di contenere e scongiurare il diffondersi della chiazza di idrocarburi presente in acqua, grazie all’impiego di materiale antinquinamento quali panne galleggianti di contenimento e panne assorbenti, messi a disposizione da locali concessionari.  A seguito delle indagini di polizia giudiziaria poste immediatamente in essere, si è potuto accertare che l’evento inquinante è stato causato dal mal funzionamento della sentina di un peschereccio locale impiegato per il trasporto dei materiali di risulta durante alcuni lavori svolti da un albergatore locale all’interno di una concessione demaniale.  I responsabili che sono stati immediatamente individuati saranno perseguiti secondo la normativa vigente in materia. “L’attività di controllo e pattugliamento della costa di competenza, continuerà senza sosta anche nei prossimi giorni, al fine di garantire la tutela ambientale delle acque marine”, ha dichiarato il Comandante della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, C.F.(CP) Ivan SAVARESE.

Si ritiene sempre necessario ricordare che le emergenze in mare possono essere segnalate alla Sala Operativa della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, attiva 24 ore su 24 attraverso il numero blu 1530.