CFE, l’Europa finanzia i progetti per il trasporto

20110215

Parte in Europa la corsa alla presentazione dei progetti per migliorare i collegamenti di trasporto continentale. Gli stati membri avranno tempo fino 26 febbraio 2015 per potersi avvalere dei 11,93 miliardi di euro previsti dall’iniziativa Connecting Europe Facility. Si tratta delle maggiori risorse mai messe a disposizione delle infrastrutture del vecchi continente e riguarderanno i 9 principali corridoi di trasporto (core) individuati come punto di riferimento di base per la mobilità merci e passeggeri dell’Unione. Scopo dei progetti, l’eliminazione delle strozzature, il miglioramento dei collegamenti est-ovest, lo snellimento delle operazioni transfrontaliere. Frutto del ripensamento della politica infrastrutturale europea il CEF ha triplicato i finanziamenti nel settore per il periodo 2014-20, portandoli a 26 miliardi di euro rispetto ai 8 previsti nell’arco 2007-13. La rete core, in particolare, collegherà, entro il 2030, 94 principali porti europei (tra questi 12 individuati in Italia) con collegamenti ferroviari e stradali e 38 aeroporti principali con collegamenti ferroviari nelle grandi città; previsti 15.000 km di linea ferroviaria ad alta velocità e 35 progetti transfrontalieri per ridurre le strozzature. L’allocazione delle sovvenzioni, attribuita ai progetti più competitivi cofinanziati dagli Stati, è prevista per l’estate 2015.