Carnival Corporation annuncia ulteriori passaggi per rafforzare ulteriormente la capacità di gestione attraverso una pausa estesa nelle operazioni degli ospiti

carnival-reference-image

Miami, 14 maggio 2020  - Carnival Corporation &plc (NYSE / LSE: CCL; NYSE: CUK), la più grande compagnia al mondo di viaggi di piacere e operatore di crociera, ha annunciato oggi una serie di ulteriori azioni che sta intraprendendo per rafforzare ulteriormente la propria posizione di liquidità in caso di una prolungata pausa nelle operazioni degli ospiti dovute a COVID-19.

Carnival Corporation è stato il primo a mettere in pausa le operazioni di crociera degli ospiti di alcuni dei suoi marchi di fronte all’impatto della pandemia globale COVID-19, seguito da 13 marzodal resto dei suoi marchi e delle altre compagnie di crociera. Tale azione è stata intrapresa prima che la casa di cura o il rifugio sul posto fossero attuati nelNOI e prima NOI hotel, compagnie aeree, ristoranti e altre forme di raduni pubblici o di trasporto hanno iniziato a chiudere o limitare il servizio.

Il mese scorso la società ha completato con successo un’attività di finanziamento con un’offerta fortemente sottoscritta di titoli garantiti senior, titoli convertibili senior e azioni ordinarie, compensazione $ 6,4 miliardidi liquidità aggiuntiva. Per rafforzare ulteriormente la liquidità,Carnival Corporatione i suoi marchi stanno annunciando una combinazione di licenziamenti, licenziamenti, settimane lavorative ridotte e riduzioni salariali all’interno dell’azienda, incluso il senior management. Queste mosse contribuiranno con centinaia di milioni di dollari alla conservazione della liquidità su base annuale.

Da quando la società ha sospeso le operazioni di crociera degli ospiti all’inizio di marzo, i cambiamenti della forza lavoro sono stati in gran parte sospesi, anche di fronte a entrate non significative, per prevenire l’impatto finanziario sui suoi dipendenti pur continuando a soddisfare le sue responsabilità fiscali – rinviando le azioni dei dipendenti oltre quella di molti altri in situazioni simili durante questa pandemia. La compagnia continua a supportare i suoi partner di agenti di viaggio pagando commissioni su crociere cancellate e su crediti di crociera futuri quando gli ospiti riprenotano.

Oltre ai suoi continui sforzi per rimpatriare le molte migliaia di membri dell’equipaggio ancora sulle sue navi nei loro paesi di origine, la società sta anche lavorando a stretto contatto con governi, agenzie di regolamentazione, esperti di salute e malattie infettive in tutto il mondo per sviluppare il pubblico delle migliori pratiche protocolli sanitari per far fronte alla minaccia di COVID-19 per quando riprendono le operazioni degli ospiti. Gli sforzi di rimpatrio comprendono voli charter e il reindirizzamento delle sue navi verso i porti di casa dell’equipaggio dove quelle navi non avrebbero altrimenti navigato. La società sta inoltre lavorando a stretto contatto con i suoi numerosi partner di destinazione mentre continua a valutare le migliori opzioni e protocolli di sicurezza per il ritorno al servizio.

“Prendere queste azioni estremamente difficili per i dipendenti che coinvolgono la nostra forza lavoro altamente dedicata è una cosa molto difficile da fare. Sfortunatamente, è necessario, dato l’attuale basso livello di operazioni degli ospiti e per sopportare ulteriormente questa pausa”, ha detto Carnival Corporation & plc Presidente e CEO Arnold Donald. ”Ci preoccupiamo profondamente di tutti i nostri dipendenti e la comprensione dell’impatto che questo sta avendo su così tanti rinforza la nostra determinazione a fare tutto il possibile per tornare alle operazioni quando è il momento giusto. Attendiamo con impazienza il giorno in cui molte delle persone colpite stanno lavora con noi e attendiamo con impazienza il giorno, se del caso, che ancora una volta le nostre navi e il nostro equipaggio stanno deliziando milioni di persone in mare e che possiamo essere lì per le molte nazioni e milioni di persone che dipendono dall’industria delle crociere per il loro sostentamento .

Ha aggiunto Donald, “Vogliamo anche ringraziare i nostri ospiti per le loro molte note ponderate e per l’erogazione complessiva di supporto. È chiaro che ci sono enormi aspettative per un ritorno alla crociera. È anche incoraggiante notare che la maggior parte degli ospiti interessati dalle nostre modifiche al programma desidera navigare con noi in un secondo momento, con meno del 38% che ha richiesto rimborsi fino ad oggi. Le nostre tendenze di prenotazione per la prima metà del 2021, che rimangono entro intervalli storici, dimostrano la resilienza dei nostri marchi e la forza del nostro fedele cliente ricorrente base, di cui il 66% sono incrociatori ripetuti. Inoltre, prevediamo di scaglionare il rientro della flotta per ottimizzare la domanda e le prestazioni operative nel tempo. “

Il settore delle crociere contribuisce in modo significativo a NOI e settori del turismo globale, secondo il Associazione Internazionale Cruise Lines (CLIA), con impatto economico nel NOI superando ampiamente $ 50 miliardiin totale contributi. Su scala globale, la produzione economica dovuta al settore delle crociere continua a produrre nuovi posti di lavoro e entrate, generando una produzione globale totale di oltre$ 150 miliardi e supportare oltre 1,2 milioni di posti di lavoro totali.