Capri, il comune rileva il porto turistico

capri

Il Comune di Capri ha rilevato il 49% della società “Porto turistico di Capri Spa” detenuta da Invitalia. L’operazione, circa cinque milioni di euro, giunge al termine di una trattativa cominciata nel novembre scorso, con l’avvio dell’operazioni di cessione di alcuni asset portuali detenuti dall’agenzia. Alla gara hanno partecipato anche il comune di Anacapri e la compagnia Navigazione Libera del Golfo che, in un prima fase, si era aggiudicata le quote con un’offerta di 5.040.000. la stessa cifra pareggiata dal comune di Carpi per esercitare il previsto diritto di prelazione. Per l’amministrazione caprese l’atto “garantisce che tale infrastruttura, dal valore  strategico fondamentale per l’economia turistica dell’isola e costruita in passato con le sole risorse della comunità caprese, rimanga totalmente in mano pubblica e nella gestione diretta dell’ente locale”. Il porto conta trecento posti barca, di cui dodici destinati a yacht fino ai sessanta metri.