Capitaneria di porto, ispezionati i mercati ittici di Volla e Mugnano

20130702_071228

Continua l’attività di controllo e vigilanza della filiera della pesca a tutela della salute dei consumatori operata dagli uomini della Capitaneria di Porto di Napoli su tutto il territorio della provincia di Napoli. Ieri notte sono stati ispezionati, in rapida successione, i mercati ittici di Volla e Mugnano dove il personale militare ha riscontrato la messa in vendita di prodotti ittici privi di alcuna tracciabilità e per tanto di dubbia provenienza. In particolare sono stati posti sotto sequestro un totale di circa 400 kg di frutti di mare di varie specie: 200 Kg di vongole, 90 Kg di lupini e 15 kg di fasolari al mercato di Volla e 90 kg di cozze al mercato di Mugnano.

Nel primo caso, oltre al sequestro è stato elevato un verbale amministrativo al proprietario del box vendita sito all’interno del mercato, mentre nel secondo caso, a riprova della dubbia provenienza, il prodotto ittico era stato abbandonato in un angolo del mercato stesso.

I prodotti sequestrati, non utilizzabili per il consumo umano, sono stati distrutti tramite affondamento con l’ausilio di una unità navale della Guardia Costiera di Napoli. L’operazione ha così consentito di sottrarre alla disponibilità dei consumatori prodotti pericolosi per la salute pubblica, garantendo quel necessario controllo dell’intera filiera ittico/alimentare.