Caldoro, incontro nel porto di Napoli

IMG-20150525-WA0002

Il Gruppo Aponte ha ospitato in porto a Napoli sul traghetto passeggeri Snav Sardegna il presidente uscente Stefano Caldoro. A far gli onori di casa il Com.te Aiello, amministratore delegato del Gruppo Snav, affiancato dal Presidente della Camera di Commercio Maurizio Maddaloni.  Aiello ha elogiato il lavoro fatto dall’ultima legislatura dalla giunta Caldoro, esprimendo come il presidente sia stato sempre vicino ai problemi regionali legati ai trasporti via mare, al turismo, all’indotto creato dal porto. Dopo moltissimi anni ha preso corpo l’ultimo piano regolatore portuale che durante l’iter procedurale di approvazioni, si è arenato in sede romana presso il ministero.La parola passa a Maddaloni, che in un generico discorso legato all’attività dell’ente che rappresenta esprime il suo apprezzamento al lavoro fatto dalla giunta Caldoro nell’interesse soprattutto del terziario, esortando il presidente a poter fare meglio nel prossimo mandato intervenendo anche sull’aspetto economico delle imprese. Il presidente Caldoro ha sottolineato che i problemi legati all’attività portuale partenopea, sono di origine romana. “La regione ha fatto tutto quanto nelle sue competenze per affrontare l’emergenza porto di napoli, dai dragaggi alla nomina del presidente, alla riqualificazione del molo Beverello e del molo San Vincenzo”. Caldoro ha auspicato una rete di gestione e governance unica tra i porti di Civitavecchia, Napoli e Salerno, creando “una rete fattiva di sviluppo del territorio”.

Mario Esposito