Bonaccini: oggi definita con il ministro Giorgetti un’agenda delle priorità per lo sviluppo economico del Paese

bonaccini_grillo_giorgetti

Roma, 25 marzo 2021 - “Un confronto utile che ha permesso di definire alcuni punti principali di un’agenda di concertazione Stato-Regioni su alcuni temi fondamentali per lo sviluppo economico del Paese”, così il Presidente della Conferenza della Regioni, Stefano Bonaccini, ha commentato il confronto odierno fra la Conferenza delle Regioni e il Ministro dello sviluppo economico. “Ringrazio il Ministro Giorgetti per la disponibilità.

Oggi – ha concluso Bonaccini – le Regioni hanno potuto rappresentare al ministro esigenze ed opportunità dei singoli territori, prima fra tutte il sostegno alle imprese colpite dalle restrizioni imposte dalla pandemia”.

Il confronto con il Ministro è stato coordinato dal Vicepresidente delle Marche, Mirco Carloni (coordinatore della Commissione attività produttive della Conferenza delle Regioni).

Durante l’incontro sono stati toccati temi centrali come la necessità di favorire la liquidità e l’accesso al credito per piccole e medie imprese, di una disciplina uniforme per l’esercizio delle attività dopo i provvedimenti restrittivi, di un piano strategico per la crescita dimensionale delle aziende, di coinvolgimento dei territori per l’attrazione degli investimenti.

Le Regioni hanno poi sottolineato particolarmente i temi dell’innovazione tecnologica e della ricerca come motori dello sviluppo. Ed il confronto con le Regioni deve essere portato avanti considerando l’utilizzo dei fondi del PNRR ed il raccordo con la prossima programmazione dei fondi europei 2021-27.

Sotto questo profilo basti considerare questioni come la produzione nazionale dei vaccini anti Covid-19, o Industria 4.0, lo sviluppo dei competence center nazionali, il nuovo piano sulla space economy, la bonifica dell’area padana, l’economia circolare, le bonifiche delle aree industriali, le concessioni per commercio sulle aree pubbliche, le camere di commercio e il settore fieristico.

Il Ministro Giorgetti ha dato ampia disponibilità al coinvolgimento delle Regioni anche attraverso tavoli tecnici su specifiche questioni.