Bari, risultati positivi dal progetto ARGES

ARGES 16 gennaio 2014

Si è conclusa la due giorni di lavori che ha visto coinvolte le Autorità Portuali di Igoumenitsa, Patrasso, Corfù e del Levante, nell’ambito del progetto strategico Arges (pAssengeRs and loGistics information Exchange System), piano di cooperazione che prevede di uniformare e potenziare i rispettivi sistemi informatici già messi a sistema con il progetto GAIA. Il progetto ARGES si basa su una visione strategica globale del sistema dei porti dell’adriatico-jonico e tende a realizzare concretamente una strategia di integrazione tra i sistemi informativi dei porti greci ed italiani. Fra le le sue attività anche la creazione per il Porto di Bari di un prototipo di Sportello Unico Marittimo, per la gestione semplificata informatizzata delle formalità di arrivo e partenza delle navi, attività questa, svolta con il supporto diretto del Comando Generale delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera Italiana, e che consentirà al Porto di Bari di essere tra i primi porti italiani ad attuare i dettami della Direttiva Comunitaria n. 65/2010 che obbliga tutti i porti europei ad aggiornare la modalità di gestione delle pratiche amministrative navi/porto a partire da giugno 2015. L’incontro tecnico ha visto la partecipazione dei Presidenti delle tre Autorità Portuali greche Vasilios Diamantis per Igoumenitsa, Konstantinos Platikostas per Patrasso, Sotirios Vlachos per Corfù e Franco Mariani per l’Autorità Portuale del Levante, assieme al Comandante dell’Autorità Marittima di Bari, Giovanni De Tullio ed al Project Manager del progetto, Ing. Mario Mega.