Assomarinas: dalla piazza di Rimini un coro comune contro l’aumento dei canoni per i porti turistici

assomarine

Roma, 2 dicembre 2019 - Sono stati una cinquantina gli operatori dei porti turistici italiani che hanno partecipato questa mattina a Rimini alla manifestazione nazionale organizzata da Assomarinas, in collaborazione con Ucina e con il supporto del Comune di Rimini, contro l’aumento dei canoni per le concessioni destinate alla nautica.

Dalla piazza si è sollevato un coro comune per porre rimedio ad un aumento, deciso nella Finanziaria del Governo Prodi che ha violato i contratti di concessione e che ha portato a quadruplicare i canoni dei concessionari mettendo in ginocchio decine di darsene in Italia.

“Ci siamo sentiti confortati – ha dichiarato Perocchio – dalla condivisione che hanno espresso il  sindaco di Rimini Andrea Gnassi e il sindaco di Cattolica Mariano Gennari definendo l’aumento dei canoni una “Truffa di Stato” e valutando l’intenzione di manifestare anche a Roma a sostegno di un settore che rischia di subire un pesantissimo contraccolpo. E’ necessario approdare ad una soluzione e i tempi  per inserire l’emendamento in Finanziaria -  un emendamento semplice che ribadisca il concetto che non si applica il nuovo canone a chi ha investito per costruire le infrastrutture -  ci sono tutti”.