Assologistica: “La formazione è una scelta obbligata”

16577656_entra-nel-board-di-ela-0

La complessità degli ambiti economico, normativo, infrastrutturale e sociale nei quali si sviluppano i business delle imprese della logistica in conto terzi, unito alle difficoltà del lungo periodo di recessione, obbliga agli investimenti in formazione e preparazione professionale sulle risorse umane presenti in azienda. Dotarsi di un bagaglio strumentale e percettivo che affronti adeguatamente la quotidianità operativa cogliendo opportunità e innovazioni competitive è un fattore di sopravvivenza imprenditoriale, ancor prima che di successo, non più opzionabile. “Siamo convinti che l’operatività dell’impresa logistica debba essere supportata con strumenti formativi adeguati che possono essere prodotti solo all’esterno, dato i costi che comporterebbe farlo internamente. Oggi l’impresa di logistica c/terzi deve confrontarsi con aspetti che non riguardano più semplicemente il rapporto cliente-fornitore, ma l’esterno, dai vincoli ambientali a quelli amministrativi e sociali. Ma nello stesso tempo, la diffusione della pratica formativa significa anche creare un ambiente competitivo che stimola la crescita non solo delle singole aziende ma dell’intero sistema” sottolinea Francois Daher, Segretario generale di Assologistica. Per questo già da diversi anni Assologistica, ha creato al proprio interno un ramo strutturato esclusivamente per la formazione e la cultura logistica, spesso anticipando i bisogni delle imprese, Assologistica Cultura e Formazione (C&F). “Stimolati dalle domande e dalle richieste che ci rivolgono gli associati, insieme ai Consiglieri di Assologistica e la segreteria costruiamo nuovi percorsi formativi aperti alle imprese del settore e a chi vuole sviluppare la conoscenza in logistica e supply chain management. Grazie a questo tipo di sollecitazioni, nel prossimo trimestre di fine anno abbiamo un programma corsi aggiornato e rinnovato, in cui trova ampio spazio la nuova collaborazione con GEA, società di consulenza di direzione da tempo al fianco delle aziende del made in Italy. Capire il momento, studiare le necessità, cercare l’eccellenza e trovare il modo più efficace per divulgare e condividere queste conoscenze attraverso convegni o percorsi formativi è quello su cui Assologistica Cultura e Formazione sta lavorando intensamente” rincalza Donatella Rampinelli , Presidente di Assologistica Cultura e Formazione.