Ap Napoli. Angrisano lascia, situazione sempre più precaria

Pres angrisano

Guglielmi in pole per la successione. Masucci rinuncia

Fine della corsa per il Commissario straordinario dell’Ap di Napoli Felicio Angrisano. Lo stesso Ammiraglio ha annunciato ai dipendenti dell’ente l’invio di una lettera di dimissioni al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: rimarrà fino alla nomina del successore per potersi dedicare intermente al comando della Guardia Costiera. Gli annunci dei giorni scorsi da parte di Caldoro e De Magistris sull’individuazione di un nome autorevole e condiviso non hanno dunque sortito effetti. Nessuna “accelerata” sulla governance del porto. Anzi, una situazione che diventa sempre più problematica. “Le feste sono passate, ci avviciniamo al Ponte del 25 Aprile e ci ritroviamo invece in una situazione ancora più ingarbugliata, ” sintetizza Antonio Marciano, vice capogruppo regionale PD. “Ulteriore incertezza e nuova precarietà per l’Authority di Napoli – continua – dove arriverebbe il terzo commissario in 14 mesi”. Il riferimento è a Giovanni Guglielmi, ex provveditore alle opere pubbliche della Campania, dato dai più come nuovo numero uno dell’ente di Piazzale Pisacane. Un passo indietro, invece, per l’Avvocato Umberto Masucci, il cui nome era rimbalzato da Roma. “Non potrei accettare – ha fatto sapere il presidente del Propeller Club in una lettera al Corriere del Mezzogiorno – per la elementare ragione che ho interessi nello scalo e che mi riuscirebbe quindi impossibile gestire un possibile conflitto di interessi”.