Ap del Levante, due bandi per l’intermodalita

bari porto

Sostegno alle imprese anche per manifesto doganale elettronico e sostenibilità

La crisi globale va affrontata anche mettendo a sistema le risorse dei progetti comunitari, stimolando le imprese a percorrere nuove strade e ad utilizzare le infrastrutture esistenti. In questa direzione Autorità portuale del Levante e Regione Puglia hanno pubblicato due bandi a sostegno delle imprese dei trasporti, della logistica e della produzione per lo sviluppo di nuove rotte intermodali, l’incremento dell’utilizzo del manifesto doganale elettronico e la modalità di trasporto sostenibile che riduca a zero le emissioni.

Il percorso tecnico-amministrativo prevede la manifestazione di interesse da parte delle imprese che in forma singola od associata intendano partecipare alla creazione di nuovi traffici intermodali verso i Balcani ed il Mar Nero. Quindi attraverso una commissione allargata composta, oltre che dall’APL e dalla Regione Puglia – Assessorato ai Trasporti e Mobilità, anche da Camera di Commercio, Confindustria, Confapi, Confcommercio, viene avviata la procedura negoziata che sfocia nella stipula del contratto di finanziamento per la realizzazione dei progetti pilota.

“Il senso di questi progetti è quello di aprire il territorio di Puglia ed il network del Levante a nuovi mercati e a cogliere opportunità di crescita per le imprese”, spiega il Segretario Generale, Mario Sommariva, coordinatore dell’apposito ufficio di progettazione dell’ente portuale. “L’Autorità Portuale del Levante – continua – svolge il ruolo di facilitatore istituzionale, una sorta di apripista, mettendo a disposizione i dati di monitoraggio dei flussi che attraversano i porti di Bari, Barletta e Monopoli: sta alle imprese ora capitalizzare l’organicità dei dati”. La scadenza dei bandi è prevista il 2 Aprile 2013 alle ore 12.