Angopi, Il Modello italiano del servizio di ormeggio è da esportare o da rottamare?

angopi

Quale futuro per il modello del servizio di ormeggio attualmente in vigore in Italia? Può rappresentare un modello di riferimento a livello comunitario o va “rottamato”, andando in una direzione differente? Sono le questioni cui cercherà di rispondere la tavola rotonda organizzata da Angopi – Associazione Nazionale Gruppi Ormeggiatori e Barcaioli Porti Italiani – a Piombino dal titolo “Il Modello italiano del servizio di ormeggio è da esportare o da rottamare?”. L’evento, previsto il prossimo 26 giugno, seguirà l’assemblea generale dell’associazione che si svolgerà nei giorni 24 e 25 giugno e vedrà la partecipazione di un ricco panel di partecipanti in rappresentanza del settore portuale, marittimo e istituzionale.

CONVEGNO NAZIONALE ANGOPI
Sala Plenaria Poggio all’Agnello Resort – Piombino

Ore 09.30 Registrazione
Ore 10.00 Apertura dei lavori

Saluti di indirizzo
Massimo Giuliani
Sindaco di Piombino

Vittorio Vanacore
Comandante del porto di Piombino

Luciano Guerrieri
Commissario Ap Piombino e dell’Elba

Introduzione ai lavori:
Cesare Guidi
Presidente Angopi

Interventi:
Felicio Angrisano
Comandante Generale delle Capitanerie di Porto
Maurizio Maresca
Consigliere giuridico economico del Presidente del Consiglio
Pasqualino Monti
Presidente Assoporti
Manuel Grimaldi
Presidente Confitarma
Michele Ruggieri
Amm. Unico Fedarlinea
Nino Cortorillo
Filt Cisl – Segretario nazionale
Michele Pappalardo
Presidente Federagenti
Erik De Neef
Presidente KRVE – Rotterdam
Marco Filippi
VIII Commissione Senato della Repubblica
Paolo Ugge
Vice Presidente Confcommercio
Bartolomeo Giachino
Resp. Naz. Trasporti Forza Italia
Filippo Nogarin
Sindaco di Livorno
Michele Meta
Pres. IX Commissione Camera dei Deputati
Silvia Velo
Sottosegr. Min. Ambiente