Vietato infastidire la manta

manta

Nel mar ligure un enorme esemplare di pelagio

 

Capitaneria di porto, Autorità portuali, Acquario di Genova e da oggi Ispra – Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale. Tutti impegnati a garantire la massima sicurezza ad una manta che da qualche settimana si aggira nelle acque liguri, tra il porto di Savona e la costa da Albissola ad Arenzano.

La presenza della mobula, specie protetta che necessita di nuotare liberamente e in tranquillità, sta destando curiosità crescente e un po’ di scompiglio tra i bagnati. Tanto da rendere necessario la richiesta di aiuto al personale Ispra affinchè possa affiancare le autorità nell’opera di salvaguardia del raro esemplare.

A bagnati e marinai, in particolare, si sta raccomandando di evitare qualsiasi tentativo di avvicinamento e contatto.

Questa specie – spiega l’Ispra – presente in tutto il Mediterraneo, non riveste pericolo per l’uomo, ma anche se non aggressiva, dispone però di un aculeo, posto alla fine del dorso, che usa a scopo difensivo quando si sente in pericolo.