ALIS: adesione del Porto di Rostock come socio onorario. Cresce il Cluster in Europa e si apre alla Germania.

Guido Grimaldi: “Con ALIS Europe promuoviamo lo sviluppo sostenibile e la crescita dei livelli concorrenziali nel settore logistico-portuale”.

“La crescita associativa di ALIS anche nel settore logistico-portuale sta raggiungendo numeri incredibili in tutta Europa: oggi entra nel nostro Cluster anche il Porto di Rostock, il 33esimo ad aderire in qualità di socio onorario e il decimo estero”.

Grande soddisfazione espressa da Guido Grimaldi, Presidente di ALIS, per l’adesione all’associazione del porto di Rostock che, con un terminale intermodale di 70.000 mq ed un totale di 26 milioni di tonnellate di merci lavorate nel 2018, rappresenta un hub portuale strategico per il comparto trasportistico e logistico della Germania e dell’intera Europa.

“Con l’adesione di importanti porti europei, come appunto quello di Rostock, - aggiunge Guido Grimaldi – stiamo continuando a perseguire gli obiettivi che ci siamo prefissati con ALIS Europe, offrendo nuove opportunità alle nostre aziende associate e promuovendo lo sviluppo sostenibile e la crescita dei livelli concorrenziali nel mercato globale”.

In questo importante porto della Germania sulla costa del Mar Baltico, il traffico di traghetti e Ro-Ro si è dimostrato il motore della crescita del business portuale, tramite scambi commerciali efficienti, sicuri e sostenibili. I dati parlano chiaro: 5.500 lavoratori, 2.500.000 passeggeri annui, 150 aziende operanti in porto, 120 partenze a settimana, una notevolissima crescita annua del Ro-Ro del 4% per un totale di quasi 17 milioni di tonnellate movimentate.

 “L’ingresso del Porto di Rostock – conclude il Presidente di ALIS – testimonia ulteriormente l’impegno del nostro Cluster nella promozione della sostenibilità ambientale, nell’ampliamento delle infrastrutture portuali così come nell’internazionalizzazione a vantaggio delle aziende associate”.