LA GUARDIA COSTIERA IN COLLABORAZIONE CON LA GUARDIA DI FINANZA HANNO MESSO SOTTO SEQUESRTO UNA SERIE DI ATTIVITA ABUSIVE SUL DEMANIO MARITTIMO

posi

NAPOLI, 10 LUGLIO 2018 – È STATA UN’ULTERIORE GIORNATA DI INTENSO LAVORO PER IL PERSONALE DELLA DIREZIONE MARITTIMA DI NAPOLI, FIN DALLA MATTINATA.

COORDINATI DAL C.A. (CP) ARTURO FARAONE, UOMINI, MEZZI E MOTOVEDETTE DELLA GUARDIA COSTIERA UNITAMENTE A PERSONALE DELLE ALTRE FORZE DI POLIZIA, SONO STATI IMPEGNATI SUL LITORALE DI POSILLIPO, SCORCIO NATURALE DI BELLEZZA INCOMPARABILE DELLA CITTÀ ED OGGETTO DI STRINGENTE TUTELA PAESAGGISTICA AL FINE DI DARE CONTINUITÀ AD UNA SERIE DI OPERAZIONI TESE AL CONTRASTO DI FENOMENI DI ABUSIVISMO A DANNO DEL PUBBLICO DEMANIO MARITTIMO LUNGO IL LITORALE PARTENOPEO.

LA GUARDIA COSTIERA DOPO UNA LUNGA ATTIVITÀ DI INDAGINI, CHE HANNO RECEPITO ANCHE LE SEGNALAZIONI DI ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE E NUMEROSI ESPOSTI HA INDIVIDUATO UNA SERIE DI ATTIVITÀ COMMERCIALI ABUSIVE CHE INVADEVANO E DETURPAVANO LA SCOGLIERA, TUTTE ASSOLUTAMENTE PRIVE DI QUALSIVOGLIA AUTORIZZAZIONE O CONCESSIONE, PRECISAMENTE IN LOCALITÀ  MAERECHIARO.

TRA LE OPERE ABUSIVE SPICCAVA UNA BARACCA IN LEGNO E LAMIERA ADIBITA A BAR E RISTORANTE  CHE VENIVA IMMEDIATAMENTE SOTTOPOSTA A SEQUESTRO PENALE, COSI’ COME NUMEROSI ARREDI BALNEARI  ADIBITI A NOLEGGIO, ANCHE IN QUESTO CASO SENZA I PRESCRITTI ATTI AUTORIZZATIVI.

INOLTRE NELLE VICINANZE DELLA BARACCA VENIVA RINVENUTA ANCHE SOSTANZA PSICOTROPA (“MARIJUANA”), SOTTOPOSTA A SEQUESTRO DA PARTE DELLA GUARDIA DI FINANZA.

LE INDAGINI STANNO PROSEGUENDO SERRATE ALLO SCOPO DI INDIVIDUARE I RESPONSABILI DEI REATI RISCONTRATI ED INOLTRE LA GUARDIA COSTIERA PROVVEDERÀ A INVESTIRE L’AUTORITÀ PORTUALE PER I PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZA  AL FINE DEL RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI, AFFINCHÉ SI POSSA RESTITUIRE ALLA COLLETTIVITÀ  LA PARTE DI SCOGLIERA SOTTRATTA ILLECITAMENTE ALLA LIBERA FRUIZIONE.