210 MILA EURO DALL’UE PER POTENZIARE LE AUTOSTRADE DEL MARE E CANTIERISTICA

porto-venezia

Obiettivo: eliminare i colli di bottiglia per l’accesso e l’uscita dal Terminal di Fusina e sviluppare il settore della cantieristica di Venezia e Chioggia

Venezia 15 novembre 2017 – Il Programma Italia-Croazia ha valutato e approvato i 22 progetti candidati al finanziamento nell’ambito del bando Standard Plus. Al territorio regionale veneto, rappresentato da enti pubblici, università, associazioni di categoria e soggetti privati che hanno preso parte a 13 dei 22 progetti finanziati, sono state assegnate risorse per quasi 3 milioni di Euro.

 Due sono i progetti approvati che coinvolgono anche l’Autorità di Sistema portuale del Adriatico Settentrionale: il progetto CHARGE (Asse 4 “Trasporto Marittimo”) e il progetto BEAT (Asse 1 “Innovazione”) per un totale di 220mila euro finanziati al 100%. Le attività progettuali saranno avviate in gennaio 2018 per concludersi entro i 18 mesi successivi.

 In particolare, il progetto CHARGE (Capitalization and Harmonization of the Adriatic Region Gate of Europe) con capofila Rete Autostrade Mediterranee (RAM Spa, società del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) ha assegnato all’Autorità di Sistema 100mila euro con l’obiettivo di migliorare la cooperazione tra i porti di Italia e Croazia per sviluppare azioni a sostegno sviluppo traffici intra-Adriatici lungo le Autostrade del Mare.

 Si tratterà quindi si individuare le azioni migliorative per eliminare i colli di bottiglia e i collegamenti mancanti per il trasporto merci in traghetto da e per Venezia, nonché realizzare un’analisi del mercato per sviluppare questa tipologia di traffici.

 Il progetto BEAT (Blue enhancement action for technology transfer) con coordinatore Unioncamere Veneto – Eurosportello del Veneto affida invece all’Autorità di Sistema Portuale 110mila euro (finanziati al 100%) per sviluppare la cooperazione tra imprese del settore della Blue Economy per lo sviluppo del settore della cantieristica di Venezia e Chioggia.

 l progetto, aumentando la creazione di nuove opportunità di networking tra le imprese di Italia e Croazia e attivando specifiche sessioni di formazione e analisi comparative tra le migliori best practice, si pone l’obiettivo di migliorare e potenziare le capacità di innovazione delle PMI.