Cagliari, “salvato” il fortino della II Guerra Mondiale

6oPFuaW

È stato messo in salvo il “fortino” della Seconda Guerra Mondiale ubicato nell’area in cui sta nascendo la darsena pescherecci del porto di Cagliari. “Il manufatto – come si legge in una nota della Soprintendenza delle Belle Arti e Paesaggio che ne ha riconosciuto il particolare interesse storico-artistico – è un ormai raro “sopravvissuto” della catena dei fortini costituenti la difesa del porto di Cagliari durante il secondo conflitto mondiale. Il fortino faceva sistema con le difese a mare del Settore Militare Marittimo Cagliari, incorporato nel luglio 1943 nel settore difensivo costiero della 203° Divisione Costiera ai comandi del Gen. Adolfo Sardi. La sua posizione era a difesa dell’area ovest del porto di Cagliari all’imbocco del primo canale di accesso allo stagno di Santa Gilla. È realizzato in calcestruzzo ciclopico, con getti sub orizzontali ripetuti, ha una forma tondeggiante nella parte di controllo e posizionamento delle armi, e termina con un parallelogramma nella parte dell’ingresso. Il peso è di circa 130 tonnellate”. Per rendere possibile questo spostamento attraverso una gru da 450 tonnellate è stato necessario “tagliare” la fondazione del manufatto e creare un basamento di travi d’acciaio rinforzate lateralmente, del peso complessivo di circa 10 tonnellate. “Il fortino è stato spostato di 100 metri dalla sua posizione originaria e farà da cornice alla nuova darsena pescherecci,” sottolinea Roberto Isidori, Commissario Straordinario dell’Ap di Cagliari. “In quell’area verrà ospitata l’intera flotta di Cagliari e permetterà a tutto il porto storico di essere dedicato al turismo: nautica da diporto e crociere”.