12 | 13 | 14 ottobre 2017- Capodimonte: Convegno internazionale sul Mediterraneo – Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale

locandina_capodimonte

Napoli, con i suoi duemilacinquecento anni di storia, è uno dei centri culturali più antichi del mondo e uno dei porti più grandi e importanti d’Europa. Affacciata sul Mediterraneo, la città è un nodo di interscambio culturale e commerciale, che si estende ben oltre questo confine. La storia della civiltà napoletana è una storia di incontri e scambi, di contaminazioni e convergenze inattese. In particolare, la storia dell’arte napoletana è un racconto dinamico fatto di persone, di opere, di tecniche e materiali, di tradizioni e di idee. Napoli ci sfida dunque a immaginare una nuova storia dell’arte che attraversi i confini geografici, cronologici e culturali. Con questa prospettiva, il Museo e Real Bosco di Capodimonte e l’Istituto di Storia dell’Arte Edith O’Donnell di Dallas stanno lavorando alla costituzione del Centro di Ricerca per la Storia dell’Arte e la Cultura delle Città Portuali, dedicato allo studio delle opere d’arte, dei siti monumentali e del patrimonio naturalistico napoletani indagati attraverso pratiche storiografiche innovative e multidisciplinari. Per inaugurare questa collaborazione, Capodimonte e l’Edith O’Donnell Institute promuovono un convegno internazionale in collaborazione con l’Università Sorbonne di Parigi, il Porto di Napoli e l’Associazione Amici di Capodimonte. Il convegno, della durata di tre giorni e dislocato tra museo e bosco, è incentrato sulla Reggia, sulle collezioni d’arte e sul Parco e sui loro rapporti con il resto del mondo. Relatori internazionali, selezionati dai due istituti promotori, presenteranno le loro riflessioni sulla storia culturale di Napoli come città portuale dal Duecento ai giorni nostri.